SAN MICHELE AL TAGLIAMENTO (VE) - Regione e Provincia regalano a Bibione un parco marino da 50 ettari.
"Bibione e il mare", si chiama così il progetto per la realizzazione della barriera artificiale con finalità naturalistico/turistiche al largo della costa di Bibione. L'intervento si svilupperà a circa tre miglia dalla costa e riguarderà un'area di circa 50 ettari in cui verranno ricreati, con varie tipologie di manufatti, ambienti ideali per lo sviluppo della flora e della fauna marina.
Il progetto nasce dalla collaborazione tra Regione, Provincia, Bibione Mare spa, le associazione sportive Sferasub, Martin Pescatore e Sea Sporting Portobaseleghe. «A breve verrà siglato un protocollo d'intesa tra le parti - spiega l'assessore alla Pesca, Parchi e Riserve della Provincia Giuseppe Canali -, in cui sono definite le competenze dei vari soggetti e il percorso che il progetto dovrà seguire: la Provincia ha sostenuto la richiesta delle associazioni facendo da capofila al progetto».
«In un momento di ristrettezze economiche questo è l'esempio lampante di come devono funzionare le cose - spiega il consigliere provinciale del Pdl Emiliano Teso - la collaborazione tra pubblico e privato ed il coinvolgimento delle associazioni del territorio è stato fondamentale per portare avanti questa idea».
«Siamo orgogliosi di essere parte integrante del progetto, che qualifica ulteriormente il nostro litorale», ha ribadito Elvio Sartori della Bibione Mare. Per Vinicio Ormenese, dell’associazione "Martin pescatore, «si tratta di un progetto unico nell'alto Adriatico», mentre Lorenzo Braida della Sea Sporting «è una opportunità per allungare la stagionalità».
Giovanni Villotta, dell'associazione "Sferasub", «finalmente i turisti potranno visitare i fondali bibionesi», mentre s'è detto soddisfatto il consigliere comunale del Pdl Mauro Del Sal.

Articolo apparso su "Il Gazzettino" del 03/01/2012, autore Marco Corazza - Tutti i diritti riservati

Visualizza la Delibera della Giunta Provinciale di Venezia

Visualizza la Delibera della Giunta Regionale del Veneto


Leggi l'articolo di bibione.com (a pag. 5 del pdf) 


BIBIONE E IL MARE

Con pinne e bombole alla scoperta dei fondali di Bibione

Si chiamerà “Bibione e il Mare” il nuovo parco marino sommerso di 50 ettari, che vedrà la realizzazione di una barriera artificiale al largo della costa di Bibione. Le finalità? Preservare l’ambiente marino esistente e promuovere le sue meraviglie a livello turistico.

A prima vista, sembrerebbe impossibile. Ma il tratto di mare che lambisce la spiaggia di Bibione racchiude in sé un grande tesoro sommerso. In effetti la poca profondità del fondale, le distese di sabbia che lo circondano al posto di fondali rocciosi che rendono l’acqua cristallina, non fanno certo pensare ad un mare affascinante, caratterizzato da una miriade di colori e ricco di forme di vita. Invece, tra i 12 e i 26 metri di profondità, vi sono numerose rocce sommerse che i pescatori locali chiamano “tegnùe”. Formatesi negli ultimi 3/4000 anni, questi agglomerati rocciosi sono presenti in tutto l’Alto Adriatico con caratteristiche e dimensioni diverse che spaziano da piccoli massi isolati a formazioni più estese che raggiungono anche una cinquantina di metri. Costruite dagli organismi marini, rappresentano vere e proprie barriere naturali, piccole oasi acquatiche che ospitano diverse forme di vita e specie di pesci: si possono scorgere gronghi, scorfani, corvine, seppie, polipetti, castagnole, astici e paguri sporgersi dalle rocce, capesante, calamari e sogliole, nuotare indisturbati.

In tutte queste meravigliose forme di vita, trova giustificazione la proposta, a firma di Sferasub, della creazione di un parco naturale sommerso e l’entusiasmo da parte degli organi politici, regionali e provinciali, nell’averla accolta.
E mentre il Parco è in fase di realizzazione, come fare per poter conoscere ed esplorare le meraviglie che lo specchio d’acqua antistante la località balneare custodisce come uno scrigno?
Sarà sufficiente rivolgersi all’associazione sportiva SFERASUB che, da diversi anni, oltre ai corsi sub, organizza escursioni guidate per tutti quei turisti amanti dell’avventura “immersa” in un contesto suggestivo e naturalistico, solo come un fondale marino
è capace di regalare.

Grazie a bibione.eu per l'articolo che trovate qui

 

Sferasub sostiene Sea Shepherd
Contattaci per le Prove Gratuite
Sferasub & Handicapped Scuba Association

Informativa sull'uso dei cookies

Sferasub.it o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento del sito ed utili a finalità di statistica.

Per approfondire visita la pagina del Garante per la protezione dei dati personali a questo link o guarda questo video.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies.